Login Utente

Il cielo di Giugno 2012

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

EVENTI

Giorno    Ora Loc        Evento
01            06:12         Saturno passa a 6,9° dalla Luna
01            22:19         Mercurio passa a 0,2° da Venere
04            13:30        Luna piena
06            02:01         Venere  alla minima distanza dalla Terra (  0,28870 UA,     43,19 milioni di km)
06            03:03         Venere in congiunzione inferiore con il Sole
11            13:04        Luna - Ultimo quarto
17            09:16         Giove passa a 0,7° dalla Luna
18            02:01         Venere passa a 1,3° dalla Luna
19            17:26        Luna Nuova
21            01:07         Solstizio d'estate
21            16:36         Mercurio passa a 6,1° dalla Luna
22            -        Il Sole entra nella costellazione dei Gemelli
26            12:01         Marte passa a 5,7° dalla Luna
27            05:51        Luna - Primo quarto
27            20:07        Plutone  alla minima distanza dalla Terra ( 31,24012 UA,   4673,46 milioni di km)
27            -        Massimo dello sciame meteorico delle Bootidi
29            16:47        Plutone in opposizione
30            20:05         Venere passa a 5,0° da Giove

Osservabilità dei pianeti

Mercurio: Solitamente l'osservazione del più piccolo pianeta del Sistema Solare è resa difficoltosa dalla sua scarsa altezza sull'orizzonte, tuttavia, a fine mese si verificheranno le condizioni migliori di osservabilità serale per l'anno in corso. In particolare il giorno 23 Mercurio tramonterà 1 ora e 41 minuti dopo il Sole.

Venere: Così come è stata repentina la sua scomparsa dai cieli serali, altrettanto lo sarà la sua ricomparsa nei cieli mattutini, già a fine mese sorgerà quasi due ore prima del Sole, con la sua brillantezza sarà l'assoluto dominatore dei cieli mattutini di questa estate. Da non perdere assolutamente il fenomeno che si verificherà la mattina del 6 giugno, quando Venere transiterà sul disco Solare. In Europa si potrà assistere solo alla fase conclusiva di questo fenomeno proprio al sorgere del Sole, ma è assolutamente da non perdere, sarà l'ultima occasione nel corso di questo secolo e probabilmente anche della nostra vita, il prossimo transito infatti è previsto per l'11 Dicembre del 2117. Attenzione, benché visibile ad occhio nudo, il fenomeno può essere osservato solo ed esclusivamente utilizzando filtri protettivi realizzati appositamente per l'osservazione del Sole, sono sconsigliate anche le soluzioni "casalinghe" quali lastre, vetri oscurati, etc., in quanto possono arrecare danni irreparabili alla vista.

Marte: Si riduce ulteriormente l'intervallo di osservabilità, sarà possibile osservarlo nella prima parte della notte ma il pianeta rosso si trova sempre più lontano dalla Terra e il suo diametro apparente si riduce di giorno in giorno, benché rimanga piuttosto luminoso è ormai impossibile osservare qualche caratteristica della superficie anche utilizzando telescopi con una grande apertura.

Giove: Dopo la congiunzione del mese scorso rispunta nel cielo mattutino. Per la prima parte del mese sarà l'astro più brillante del cielo mattutino ma viene presto superato da Venere a fine mese. Sarà ancora troppo basso sull'orizzonte, immerso tra foschie e turbolenze atmosferiche, per poter essere osservato con profitto al telescopio bisogna arrendere i prossimi mesi. Per osservarlo comodamente nei cieli serali invece bisognerà attendere il prossimo inverno.

Saturno: Il pianeta con gli anelli sarà il protagonista assoluto delle notti di questa tarda primavera e delle prime notti estive. Rimangono buone le condizioni di visibilità, il pianeta sarà visibile per tutta la prima parte della notte.

Urano: Anticipa sempre più la sua levata, a fine mese sorge poco dopo l'una di notte. Tuttavia Urano ha una luminosità vicina alla soglia della visibilità ad occhio nudo, sarà difficile osservarlo se non con l'utilizzo di un binocolo o di un telescopio.

Nettuno: Sorge poco più di un'ora prima di Urano. Vista la sua bassissima luminosità sarà assolutamente necessario un telescopio per poterlo osservare.

Altri eventi interessanti

Giorno 6: All'alba, transito del pianeta Venere sul disco Solare. In Europa si potrà assistere solo alla fase conclusiva di questo fenomeno proprio al sorgere del Sole, ma è assolutamente da non perdere, sarà l'ultima occasione nel corso di questo secolo e probabilmente anche della nostra vita, il prossimo transito infatti è previsto per l'11 Dicembre del 2117. Attenzione, benché visibile ad occhio nudo, il fenomeno può essere osservato solo ed esclusivamente utilizzando filtri protettivi realizzati appositamente per l'osservazione del Sole, sono sconsigliate anche le soluzioni "casalinghe" quali lastre, vetri oscurati, etc., in quanto possono arrecare danni irreparabili alla vista.

Giorno 27: Massimo dello sciame meteorico delle Bootidi, Si tratta di uno sciame con attività irregolare, in passato ha mostrato inattesi boom con anche 100 meteore all'ora.

Le seguenti mappe del cielo, realizzate con Stellarium, si riferiscono ad un osservatore posto a Villasor, in località "Su Padru" (39°23'N 8°56'E @ 40m) il giorno 15/06/2012 alle ore 22:00

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 30 Maggio 2012 22:46)

 

HEADER  

 
+1 #1 Saimon 2012-06-20 11:24
Meteo permettendo... stasera 20/06 dalle 21:30 serata osservativa al parco "Su Pardu"
 
 
#2 Giulio 2012-06-28 18:02
Ieri 27/06/2012 è stata una bella serata di osservazione.

OGGETTI OSSERVATI:
Luna
Saturno
Marte
M57 - nebulosa anello (costellazione della Lyra)
M31 - Galassia di Andromeda
Alioth - doppia dell'Orsa Maggiore

Grazie ai partecipanti... Alla Prossima!!!
 

Solo gli utenti registrati possono rilasciare commenti.

Cerca nel sito
Ultimi Commenti
Sondaggio

Vi piacerebbe avere a disposizione anche un Forum in questo sito?